La scienza
a servizio della salute

Un Osservatorio Permanente
per una riflessione seria sull’aborto e un dialogo pacato e costruttivo

L’Osservatorio Permanente sull’Aborto

N

Un adeguato apparato scientifico

La missione dell’OPA (Osservatorio Permanente sull’Aborto) è di sostenere con un adeguato apparato conoscitivo le relazioni annuali dei ministri della salute e della giustizia al parlamento sulla legge 194.

N

Un servizio alla politica

Qualsiasi scelta politica merita una seria valutazione per correggerne o migliorarne l’efficacia e la ricaduta sul bene comune.

N

Rilevanza Enorme

Quanto all’aborto, poi, la questione è di enorme rilevanza per le donne, per tutti i soggetti coinvolti e – alla luce della grave crisi demografica in atto – per la società tutta.
N

Approfondimento sulle relazioni

Questo lavoro si è reso necessario perché, nonostante l’articolo 16 della stessa legge 194 preveda una regolare raccolta di informazioni sull’applicazione della normativa, le relazioni annuali sono superficiali, lacunose e spesso contraddittorie.

N

Un esame serio

In particolare le politiche sanitarie (e nell’ambito di queste le politiche attinenti alla salute sessuale e riproduttiva) devono essere oggetto di esame serio e di critica costruttiva nell’interesse del diritto fondamentale alla salute (art. 32 Cost.).
N

Dialogo pacato e costruttivo

L’OPA si augura che il proprio lavoro possa essere funzionale a una riflessione e a un dialogo pacato e costruttivo su una tematica che coinvolge in modo importante la gestione della sanità pubblica.

Chi siamo

L’OPA (Osservatorio Permanente sull’Aborto) è un comitato composto da medici, giuristi ed economisti che conducono studi e ricerche sull’aborto e le sue conseguenze.

I risultati vengono messi a disposizione del Governo e delle autorità sanitarie, nell’interesse della c.d. salute sessuale e riproduttiva delle donne e di tutti i soggetti coinvolti in modo più o meno diretto nella procedura abortiva (il feto, il personale sanitario, i parenti, i datori di lavoro…).

Collaborano con l’OPA enti, ricercatori e professionisti di volta in volta interessati alle tematiche di cui l’Osservatorio si occupa.

I rapporti dell’OPA

2023

Il dialogo nascosto tra madre e figlio

A cura del Prof. Giuseppe Noia

2022

Verso la privatizzazione dell'aborto

Secondo rapporto sui costi
e gli effetti sulla salute
delle donne della legge 194 in Italia

2021

I costi di applicazione della legge 194/1978

A cura di Benedetto Rocchi
e Stefano Martinolli

Articoli recenti

L. 194 – La donna è libera di scegliere?

L. 194 – La donna è libera di scegliere?

Pubblichiamo la lettera che il dottor Alberto Virgolino, presidente dell'AIGOC, ha scritto al Quotidiano Sanità in occasione della giornata nazionale per la salute delle donne Gentile Direttore,libertà vera significa non annullamento della facoltà di...

Il diritto alla salute delle donne e il diritto alla verità

Il diritto alla salute delle donne e il diritto alla verità

Una riflessione in occasione della Giornata nazionale della salute della donna, che si celebra come ogni anno il 22 aprile: senza verità non c’è libertà; senza verità e consapevolezza, chi dice di concedere diritti sta in realtà manipolando le persone e i diritti...

Alcune domande a chi vanta i successi della fecondazione artificiale

Alcune domande a chi vanta i successi della fecondazione artificiale

“Verso l’8 marzo”, Monica Raschi de il Resto del Carlino (2 marzo 2024) ha intervistato la dottoressa Eleonora Porcu che per 45 anni è stata responsabile del “Centro di fertilità e procreazione medicalmente assistita dell’ospedale Sant’Orsola” di Bologna e ora fa...

Per amore dei nostri figli

Per amore dei nostri figli

di Jacopo Coghe C’è bisogno d’amore per i nostri ragazzi.  Questa società  ne abusa, li inganna, li fa ammalare, nel corpo, nella psiche e nell’anima. Noi adulti in parte non ce ne rendiamo conto perché siamo noi stessi presi dal vortice  nichilista-progressista...

Ci sarà “Un cuore che batte” alla Camera?

Ci sarà “Un cuore che batte” alla Camera?

La proposta di legge di iniziativa popolare denominata "Un cuore che batte", nonostante tutte le difficoltà frapposte dagli abortisti e anche - purtroppo - da molti sedicenti prolife e da qualche Vescovo, ha avuto un successo strepitoso e ha raccolto più del doppio...

Patrocinatori

AIGOC (Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici)

Fondazione "Il cuore in una goccia"

Associazione Pro Vita & Famiglia Onlus

SIBCE (Società Italiana per la Bioetica e i Comitati Etici)

FEAM (Federazione Europea Associazioni Mediche Cattoliche)