I costi della legge sull’aborto in Italia (1978-2018)

Quali sono stati i costi della legge sull’aborto in Italia tra il 1978 e il 2018? E quali gli impatti a lungo termine?

Uno studio approfondito esamina quanto è costato l’aborto

Il seguente rapporto, redatto dall’Osservatorio Permanente sull’Aborto (OPA), si propone di offrire – per la prima volta – un’analisi dettagliata dei costi sostenuti per l’applicazione della legge n. 194 del 1978 in Italia nei primi quarant’anni dalla sua approvazione.

Nonostante l’articolo 16 della legge 194 prescriva la regolare raccolta di informazioni sull’applicazione, infatti, mancavano finora rilevazioni sistematiche sulla spesa effettiva. La raccolta dei costi è ritenuta cruciale per valutare le politiche sanitarie, specialmente in situazioni di emergenza come l’epidemia da Covid-19 che ha messo sotto pressione il Sistema Sanitario Nazionale.

La ricerca dell’OPA adotta una metodologia che comprende la ricostruzione storica degli aborti volontari effettuati secondo la legge, suddivisi per tipologia di intervento e regione.

Le statistiche ufficiali indicano oltre 5 milioni 721 mila aborti legali dal 1979 al 2018, con una media di oltre 143.000 aborti all’anno. Nonostante una diminuzione annua dopo un picco iniziale, oltre il 15% delle gravidanze è stimato essere ancora interrotto volontariamente.

Quali sono stati i costi della legge sull’aborto nei primi quarant’anni?

Il costo stimato di applicazione della legge 194 in Italia nel 2018 varia da circa 57,97 a 86,71 milioni di euro, con gli aborti chirurgici entro il terzo mese che rappresentano il 74,5% del totale.

Il costo medio per aborto varia tra i 762 e i 1,140 euro.

Il costo cumulato dell’aborto legale alla fine del 2018 si stima tra 4,1 e 5,3 miliardi di euro.

Qual è l’impatto finanziario a lungo termine delle spese abortive?

Lo studio esamina anche l’impatto finanziario a lungo termine. Gli autori suggeriscono che un fondo investito annualmente avrebbe raggiunto oltre 11 miliardi di euro nel 2018.

La legge sull’aborto implica anche altri costi?

Nel documento si sottolinea la necessità di valutare non solo i costi finanziari diretti, ma anche gli impatti sulla salute delle donne e altre conseguenze a lungo termine.

Il gruppo di ricerca propone la costituzione di un osservatorio permanente per monitorare i costi di applicazione della legge 194. considerando le carenze nelle informazioni ufficiali.

Gli autori sperano che il rapporto stimoli una riflessione sull’opportunità di mantenere questa politica in un contesto di crescenti vincoli finanziari nel settore sanitario.


I costi dell’applicazione della Legge 194 in Italia (1978-2018)

Leggi il Rapporto OPA 2021: